Cinquant'anni di Fogolâr a Milano
Cinquant'anni di Fogolâr a Milano è il titolo della monografia pubblicata in occasione del 50° anniversario dalla fondazione, 1946-1996. Si tratta di un libro che, in oltre 200 pagine, racconta non solo la storia del sodalizio dei friulani di Milano ma rappresenta una parte importante della vita milanese nella seconda metà del '900 vista con gli occhi di quanti, emigrati dalla "piccola patria", si sono inseriti nel capoluogo lombardo.

Il volume si apre con alcuni scritti ufficiali, da Ardito Desio (Presidente onorario del Fogolâr Furlan di Milano) a Marco Formentini (all'epoca sindaco di Milano), a Mario Toros (Presidente di Ente Friuli nel Mondo), a Manlio Michelutti (Presidente della Società Filologica Friulana). Le pagine scorrono poi tra prose e poesie Ippolito Nievo, Lelo Cjanton, Giulia Bertolissi, contributi Alessandro Secco, Rosangela Boscariol, Walter Schönenberger, Eddy Bortolussi e antologie Novella Cantarutti, Ercole Carletti, Alessandro Secco, Padre Ermes Ronchi.

I capitoli "I friulani di Milano" e "Faliscjs di Fogolâr" ricostruiscono con cura la storia della associazione. Dettagliati e precisi i resoconti della vita associativa e le composizioni dei Consigli Direttivi. Una storia parallela è quella del notiziario della associazione, "I nestris sfueis", un altro spazio importante è dedicato alle pubblicazioni, "I nestris libris", al coro "I nestris coros".

Il capitolo "Attività del Fogolâr" mostra poi quanto l'associazione dei friulani di Milano è stata particolarmente attiva nella vita della città: serate culturali, concerti corali e strumentali, conferenze e mostre, feste di carnevale e primavera, cene sociali, messe in Cattedrale sono qui elencate anno per anno e divise per settori. "Presenza friulana a Milano" illustra alcuni figure importanti, i due sindaci "friulani" Virgilio Ferrari e Aldo Aniasi, ma anche Enor Deotto, Padre David Maria Turoldo, Ardito Desio e molti altri ancora.

Una delle sezioni più amate dai lettori si intitola "Testimonianze", qui alcuni soci e amici del Fogolâr hanno raccontato la loro esperienza di vita nella città, il modo in cui si sono ambientati e hanno portato la prorpia attività dal Friuli in Lombardia . Una sezione è poi dedicata al terremoto del 1976, con un resoconto a venti anni dal disastro.

Il volume si chiude con le manifestazioni per il cinquantesimo, con le piccole storie dei "Cunfradis" i Fogolârs della cintura milanese e della Lombardia in un unico abbraccio friulano.


Il volume è disponibile presso la sede del Fogolâr Furlan di Milano.

La Monografia del cinquantesimo - Storia di un libro di memorie nostre
Leggi il commento di Alessandro Secco